I paraguru dello Shiatsu, chi sono?

j

Scritto da: Luigi Barreca

lo-shiatsu-per-cambiare-shiatsu-e-paraguru.jpgI paraguru dello Shiatsu, ma chi sono?

E’ finito il tempo  dei furbetti del fouton.

“Tempo che passa, usanze che cambiano, para..Guru che restano.”

Può sembrare un termine forte ma rende subito l’idea, non trovi?

Ho voluto scrivere quest’articolo per metterti in guardia da questa razza che si evolve peggio dei virus e non si estinguerà mai.

Infatti i “para..guru”   sono sempre esistiti da che mondo è mondo e anche lo Shiatsu non ne e’ stato risparmiato.

Sembravano estinti ma basta dare un occhiata in giro e li trovi un pò ovunque.

Negli anni ’80-’90 si vestivano con tonache o bardati di ogni orpello.

Oggi li trovi in televisione o nei talk show, in giacca e cravatta, che parlano di nutrizione, di stili di vita, di fisica quantistica e fanno proclami di cosa e’ giusto o non.

Potremmo dire che è una categoria ben precisa e camaleontica che si e’ aggiornata (come i migliori dispositivi, e smartphone in commercio) e oggi sono in posti di  comando facendo credere di essersi  evoluti, non spiritualmente, ma “paragu..lamente!”

Negli anni della new age potevano anche andare bene, poiché l’evoluzione di questa specie era in grande fermento.

Ma oggi vi prego. STOP!

( Scusa se sono stato un pò spinto, ma veramente non se ne può più!)

Le mode dell’oriente ereditate dai figli dei fiori negli anni ’60 avevano avuto anche un giusto ruolo, un obiettivo sociale e culturale, quello di svecchiare un certo tipo di rigidità mentale su concetti spirituali e materiali che ha ben attecchito e fiorito fino alla fine  degli anni ’90.

Poi come sempre accade si arriva ad un fermo e tutto ristagna e quei bei auspici di cambiamento diventano modalità di rigidità e potere.

In che modo?

Esempi  semplici.

Uno degli assiomi  principale di allora era che “Dovevi:”

  • parlare in un certo modo,
  • mangiare certe cose e non altre.
  • vestirti con “quegli abiti

E poi non dovevi essere materiale altrimenti non eri degno di essere spirituale e soprattutto non dovevi essere tecnologico.

Vade retro tecnologia

Eh si!

Se eri tecnologico “usavi l’emisfero sinistro” e quindi non andava bene perché e’ quello razionale e nel mondo olistico e spirituale non c’è posto per chi è “sinistro.”

Se facevi Shiatsu e ti piaceva il computer e la tecnologia il tuo “percepire e sentire l’energia” non aveva nessun valore e veniva sminuito e considerato non intuitivo ma razionale e quindi non vero

Mentre invece se eri imbranato tecnologicamente e vivevi con la testa tra le nuvole  i “newageini” dicevano: “mamma mia, chissà in che mondi sta, chissà che intuizione ha….che genio.

Più eri strano più eri preso in considerazione…i classici alternativi di oggi! Il cervello destro era prioritario per lo Shiatsuka sensitivo poiché era  percettivo, intuitivo e ciò che diceva, anche se lo capiva solo lui o lei e qualcun altro della cricca, non era preso in considerazione..insomma si era creato un altro filone di fanatismo olistico!?

Sai l’ho conosciuto molto bene questo momento e mi sono sentito parte in causa come molti miei colleghi.

Ed oggi e’ la nostra rivincita!

A parte che e’ tutto tecnologia e se vuoi  lavorare oppure, farti conoscere o far conoscere ciò che fai lo devi fare assolutamente attraverso il web altrimenti rischi di fare la loro fine:

  • rimanere isolato
  • dire che non si lavora più con lo Shiatsu
  •  eh che devi fare… c’ e’ la crisi

Certo quando la volpe non arriva al lupo dice e’ acerba,  ricordi questo aforisma,  mai più vero di  questo caso specifico.

Ma non solo per accaparrarsi allievi, studenti, pazienti o altro non usano un marketing etico legato al voler condividere il loro sapere per aiutare, ma un marketing aggressivo, antico e terroristico parlando male di chi oggi c’è la sta facendo con il duro lavoro e denigrandoli sull’utilizzo malsano di tecniche manipolative come il web-marketing, quando sono proprio loro che non volendo accettare il cambiamento e non innovandosi parlano male del futuro e bene del passato come un qualsiasi “fallito” nella vita.

Mai come questo periodo storico  c’è  bisogno di  Shiatsu, ma quello del cuore, proprio perché le persone impaurite, fobiche, bisognose di felicità e di un futuro concreto sentono di agognare e che lo Shiatsu può dare ( parlo approfonditamente di questo argomento raccontando della mia crisi esistenziale un questo articolo   come lo Shiatsu mi ha letteralmente salvato e ha trasformato la vita.)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un modo sicuro di indurre la gente a credere a cose false è la frequente ripetizione,

perché la familiarità non si distingue facilmente dalla verità.
(D. Kahneman)

 >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Bio Autore

Mi chiamo Luigi Barreca, sono classe ’66. Mi occupo di Shiatsu dal 96 e lo Insegno dal 2002. Spero di far scoprire anche a te tutta la meraviglia e la potenza trasformatrice dello Shiatsu!

Area Commenti

Totale: 6 Comments

6 Commenti

  1. Elaine

    ??‍♀️Articolo molto incoraggiante e arricchente. Mette luce alla dualità tra Materia e Spirito/Anima/Forza Vitale.
    Grazie della condivisione di Sara, Maria Vittoria e altre.
    Mi sento fortunata di aver colto e intrapreso questo affascinante percorso.
    Gioiosa di contribuire alla crescita della scuola Nasamecu. Grazie Luigi delle preziose guide.
    Buona vita a tutti ??

    Rispondi
  2. Paola

    Letto l’articolo e i vari commenti, io credo di non essermi mai imbattuta nei Para-guru nel percorso della mia vita in senso “professionale” ossia nel rivolgermi a persone per un confronto o un aiuto, ma in realtà mi viene da pensare e dire, che i Para guru gli incontriamo nella vita di tutti i giorni, con manipolazioni emotive, che se non siamo in grado di riconoscere come tale, ci ledono a piccole dosi, togliendoci l’energia, la luce, il nostro credo personale, questo penso di averlo conosciuto. Nel percorso che ho intrapreso personale con la bioenergetica, con il rivolgermi a psicoteraupeutici ho avuto modo di comprendere queste manipolazioni e sto imparando a riconoscerle, facendo un percorso sopratutto su me stessa. Oggi anche con lo psicoshiatsu intrapreso nella scuola di Luigi, che ho scelto proprio perchè aiuta a lavorare su se stessi, facendo si che ognuno possa entrare in contatto con le proprie emozioni, vissuti ed elaborarli per poter giungere ad un accrescimento personale e poi come operatore shiatsu. Trovo questo molto bello, lodevole aver trovato questa scuola che non punta solo ad una professione scissa dalle proprie emozioni e vissuti, in quanto non si può credo, prestare aiuto se prima non ci siamo aituati da soli con una crescita di ascolto.
    Mi piace la formula che dici e mi piace soprattutto pensare di far si che questa energia possa venire realmente canalizzata come aiuto vero e non solo per lucro, come spesso invece avviene.
    Con Luigi, ho compreso che ci sono molti sabotatori a riguardo, sia personali per la paura del cambiamento che avviene con questo percorso, sia per chi c’è intorno che ancora oggi valuta certi argomenti strani :), questo è per me un ostacolo su cui sto lavorando, come ha detto da Luigi “non devi convincere nessuno … ma il tempo darà i suoi frutti” Grazie.

    Rispondi
  3. Maria Vittoria

    Che articolo spumeggiante!?
    La prima cosa che mi ha suscitato leggendolo è il sorriso, perché dietro l’ironia si cela una grande verità: i paraguru esistono eccome!
    Purtroppo mi sono imbattuta anch’io e confermo che nel tempo si evolvono e si presentano sotto diverse forme.???
    Io li ho conosciuti in giacca e cravatta, raccontando storie per manipolare le persone e dicendo che il fine è quello di aiutare, ma alla fine mi sono resa conto che hanno predicato “bene” e poi loro sono stati i primi a non dare l’esempio.
    Inizialmente mi sono fatta abbindolare, ma con il tempo il mio cuore si è ribellato e le vie erano due: o diventavo un paraguru come loro oppure cambiavo strada. Alla fine ho preferito cambiare strada in quanto l’idea di professare un credo per poi sentirmi “costretta” a metterne in pratica un altro, mi mandava fuori di testa e non faceva bene alla mia anima. In ogni caso ringrazio questa esperienza perché ad oggi mi ha aiutata a riconoscere e proteggermi da potenziali paraguru.
    Pertanto, grazie Luigi che con il tuo operato aiuti la gente ad aprire gli occhi e grazie perché da quando seguo i tuoi suggerimenti sto aprendo tutti i sensi con conseguenti benefici in tutte le sfere della mia vita.
    Sono d’accordo con la formula vincente:
    che bisogna unire spiritualità e materia, visto che noi siamo esseri spirituali chiamati a vivere un’esperienza terrena ed abbiamo diritto di concederci i piaceri che la vita ci offre;
    che è sano fare Shiatsu come un qualsiasi piccolo imprenditore, poiché il principio di reciprocità è da sempre esistito e l’Universo ce ne ha fatto dono da accogliere e custodire;
    e di creare Imprese Olistiche finalmente, con l’obbiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone!
    Grazie grazie grazie!!!

    Rispondi
  4. Marina

    Già…tuttologi, finti sapienti, pronti ad abbindolare, chi sta male, chi è indebolito, chi sta attraversando un momento delicato….si insinuano promettendo la felicità, la soluzione dei problemi e la verità…fanno credere che tutto sia facile e che seguendo le loro indicazioni si potrà uscire dal tunnel…ma tutto ha un prezzo….e più il problema è grande e più aumenta il prezzo…senza arte né parte dispensano consigli presi qua e là senza aver studiato, senza aver sperimentato e senza avere il rispetto di chi ha bisogno d’aiuto….tutto al solo scopo di lucro…dall altra parte invece c è chi vuole insegnare benessere e ha fatto della sua esperienza la sua ragione di vita e diffonde amore x se stessi e gli altri…Non promette guadagni ricchezze salute e successo , ma ti insegna a tornare indietro fermarti capire ascoltare te stesso per poi ripartire da te verso una nuova esperienza di vita,,,sempre in compagnia di te stesso e di chi ami, ti insegna e impari che più dai, più ricevi (ecco la vera ricchezza!)…e diffonde benessere grazie ad una tecnica antica sempre al passo con i tempi….la meraviglia, dello shiatsu, quello vero! …. con Luigi Barreca , lo shiatsu per cambiare partendo da un luogo protetto e sano, la scuola Nasamecu…

    Rispondi
  5. Sara Santilli

    Buona sera Luigi e grazie per questa opportunità di poter raccontare la propria esperienza per svegliare altre persone che ancora posso essere in contatto con questo tipo di personaggi.
    Per quanto mi riguarda, ho avuto modo di incontrare sul mio percorso un para…guru che aveva la tendenza a spegnere la mia Luce,la mia autostima,la fiducia in me stessa,per poi prendersi i meriti sul mio lavoro….riconosco che ho attirato io questa persona,in un momento della Vita dove ancora ero fragile,inconsapevole dei miei atteggiamenti e di tutto quello che nella realtà era condizionato dal mio inconscio…questa figura era paterna,e ha trovato in me l’appiglio poiché per il mio vissuto,con la figura maschile dovevo ancora farci pace…e finché in Noi stessi non sono complementari la parte maschile e femminile di noi,possiamo cercare negli altri ciò che ci manca,e a me quella figura paterna mi mancava.
    Lì sta l’inganno e accade la manipolazione,perché questi para…guru sfruttano le fragita’altrui per riempire e soddisfare il proprio ego.
    Sono grata a me stessa per aver ascoltato il mio cuore,e per aver sviluppato la fiducia e la fedeltà nei miei confronti,questo mi ha permesso di creare il confine ed osservare in modo distaccato e chiaro tutte le dinamiche chiudendo finalmente il rapporto con questa persona.
    Mi rivolgo a tutte le persone che leggeranno questa email,dicendo a voce alta che c’è sempre la possibilità di scegliere per il nostro bene.
    Abbiate cura di voi stessi Sempre.
    Tutti abbiamo un maestro interiore che ci guida,abbiamo tutto dentro,dobbiamo solo riattivare il contatto profondo in Noi.
    Buona serata…un abbraccio…Gassho

    Rispondi
  6. Federica

    Per quanto riguarda il link, di “para…guru” ce ne sono un’infinità e di tutti i tipi! Ci sono i vari santoni, chi vende “prodotti miracolosi” chi si spaccia per operatore shiatsu e poi lo usa per molestare (servizio delle iene) io penso che spesso le persone che cadono in questi “guaritori miracolosi” sono persone disperate, anche se non é una giustificazione, ma finché riescono a farsi credere e ad abbindolare le persone loro ci saranno sempre! Dovremmo stare tutti più attenti e denunciare subito nel momento in cui queste “persone” si imbattono in noi e nel nostro percorso di vita…ci sono tante strade e tante soluzioni più giuste!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altri contenuti simili