Stress natalizio? 3 esercizi e lo elimini!

et|icon_pencil|j

Scritto da: Luigi Barreca

Lo stress natalizio è molto pericoloso per il tuo organismo e per il tuo sistema mente-corpo, i tuoi Meridiani.

Prima di correre ai ripari troppo tardi, leggi fino alla fine questo articolo e scopri come scaricare la tensione ed eliminare tutte le tossine dello stress natalizio dai tuoi meridiani.

Può sembrarti un argomento in controtendenza ma se fai questo piccolo percorso mentale con me, ne scoprirai veramente delle belle!

“In che senso” ti starai chiedendo. “Ma Luigi che dici! 

Il Natale è la festa più bella in assoluto e poi anche se sembra retorica, la gente veramente è più in armonia, più buona.”

In parte ti do ragione, ma se seguiamo i dettami della Medicina Cinese e la Teoria dello Shiatsu non è proprio tutto vero!

Molto di quello che esiste a Natale sono credenze strutturate dai Media, dalle Multinazionali e dalla ricerca artificiosa dell‘Armonia, del Benessere e dell'”Amore” attraverso la semplice materialità.

  • per vendere
  • farci spendere
  • farci mangiare in abbondanza.

Lo sapevi per esempio che la Coca Cola dal 1930  ha contribuito enormemente a definire l’immagine di Babbo Natale che conosciamo oggi?

Potere del dio denaro!

Non sto incolpando nessuno, per carità, però ciò è potuto avvenire con il nostro benestare.

Siamo tutti conniventi.

Io, tu, tutti, siamo un pò responsabili di quello che a livello commerciale e sociale avviene in questo periodo di amore forzato e di compassione artificiosa, dimenticando quello che veramente rappresenta questo periodo dell’anno molto particolare

Il periodo natalizio, oltre a generare lo stress natalizio è a livello energetico un momento molto legato ai mondi sottili;

…possiede realmente quello spirito che sentiamo essere magico.

lo-shiatsu-per-cambiare-dickens-il-natale.jpgMi è molto piaciuto il film: L’uomo che inventò il natale”   un divertente racconto sul grande scrittore Charles Dickens nel momento cruciale  della sua vita da romanziere quello della creazione della favola natalizia per eccellenza nella letteratura mondiale.

Dicevo che il film mi ha catturato, soprattutto in una scena, quando la cameriera gli dice, in un momento di sconforto dello scrittore, che nel periodo di natale 2 mondi quello spirituale e quello materiale, si avvicinano a tal punto da avere la possibilità di comunicare in modo molto profondo.

Fu per lui un illuminazione!

Ecco perché a Natale la gente si sente più buona

Ci sei ancora? Sono sicuro di si !

Se continui a seguire questo mio percorso mentale potrebbe essere un illuminazione anche per te come lo è stato per lo scrittore, soprattutto  quando ti dirò ciò che sostiene la Medicina Cinese riguarda questo periodo dell’anno nella Teoria dei 5 Elementi e allora farai bingo e vincerai molti “bitcoin di salute” (? scusami mi è scappata!)

Vediamo cosa dice questa Antica Scienza Orientale rispetto a questo periodo fatato!

E’ un momento in cui la natura tende a raccogliersi totalmente in se.

Deve assolutamente dormire per rigenerarsi, ma le brutte sorprese nella vita accadono proprio quando si dorme (sia da svegli, che da sdraiati sul letto?)

Infatti spesso i ladri entrano in casa e ci rubano le cose, a noi più care proprio di notte, quando dormiamo.

Non a caso queste queste feste artificiose sono state coniate proprio in un periodo in cui la nostra energia vitale è dormiente.

La natura, che ci circonda in questo periodo, si immerge in una “morte apparente.”

Il dormire e il risvegliarsi è quindi un morire e un rinascere quotidiano per rigenerare i meridiani.

( Negli animali ciò è molto evidente, molte specie vanno in letargo per ricaricare le pile e affrontare la primavera e l’estate al meglio.)

Così come, in un ciclo più ampio, la natura oltre al quotidiano ciclo giorno/notte si rigenera in inverno.

E  proprio nel momento in cui la nostra natura dovrebbe essere lasciata stare all’introspezione e in contatto con quel momento magico spirituale per rinascere viene disturbata…chi dovrebbe tutelarci ( ah a proposito potresti chiedermi  “chi dovrebbe tutelarci?” però la risposta non te la do se vuoi me la scrivi sotto nei commenti!) …dicevo…chi dovrebbe proteggerci, cosa fa?

Ci distrae con cose materiali che lasciano il tempo che trovano.

E tutti per abitudine, per stereotipi, ci lasciamo bombardare risvegliando la coscienza dormiente dal sonno rigeneratore.

Ma per quanto puoi essere sveglio fisicamente il TUO Spirito Vitale comunque dorme, male, ma dorme e lo fa disturbato dal chiasso esterno.

E con questo sistema è più facile rubarci l’energia, come lo è sfilare il portafoglio ad una persona distratta o dormiente.

Quell’energia preziosa di cui abbiamo bisogno al prossimo risveglio, Rinascendo in Primavera.

Attenzione non voglio essere disfattista e rovinarti le… feste...anche perchè per me il natale è una delle gioie più belle in assoluto, associate a ricordi di infanzia indimenticabili.

Per molte persone però il periodo natalizio è quello più triste e depresso in assoluto, altro che stress natalizio è un vero e proprio  inferno.

Ma se per la persona comune, come me e te, è disturbata ma riesce comunque a sopravvivere, molte altre, che hanno un energia “Acqua” debole e manifestano squilibri psicologici come tristezza, depressione, paura di morire e fobie di ogni tipo, come pensi che possono stare in questo periodo.

Guarda quest’articolo>>> (Biotipo energetico e stress. La salute sta nel loro equilibrio. Lo Shiatsu ti dice come fare!) nel quale spiego il biotipo energetico e i vari aspetti psicologici ed emozionali collegati ai 5 elementi  cinesi.

Ora capisci quant’è importante questo periodo per la tua energia?

Le feste di Natale capitano in un periodo nel quale il tuo organismo, come la natura, sta dormendo e quindi andrebbe fatto il meno rumore possibile.

Le multinazionali invece cosa fanno?

Come squali predatori, attuano un bombardamento su tutti i piani:

  • Pubblicitario
  • Alimentare
  • Luci
  • Colori
  • “Amore”

Lavorano su tutti i nostri sensi per stimolarci al massimo…ma tanto noi dormiamo e di ciò ce ne accorgiamo molto poco!

Attuano un  business ipnotico, ci prendono di assalto e noi contribuiamo assecondando la loro vorace avidità e  non permettiamo al nostro sistema mente/corpo di riposare e all’energia vitale di “morire” per rigenerarsi!

E allora ti starai chiedendo: Cosa devo fare Luigi?”

Bè l’ideale sarebbe non lasciarti coinvolgere totalmente, rispettando così la tua natura.

Ma dato che è molto difficile, almeno una volta finito il massacro festivo cercare di mettere mano ai tuoi meridiani.

In che modo?

Allora devi sapere che questo stress natalizio agisce negativamente sul  tuo sistema dei meridiani riflettendosi su 3 piani esistenziali:

  • Psicologico. Preparativi stressanti e parenti? stressanti…
  • Alimentare. Cibarsi ogni cosa ma soprattutto di zuccheri
  • Fisiologico. Sonno alterno, anche se ti sembra di dormire di più ti riposi di meno

Per attenuare questo  pericoloso stress natalizio e non correre ai ripari troppo tardi, esegui più volte al giorno:

  • Una sequenza di 9 respiri con una pausa lunga tra inspirazione ed espirazione (aiuta a scaricare le tossine mentali. La pausa è importantissima, ti aiuta a ricaricare i tuoi meridiani di energia vitale.)
  • Strofina con vigore 9 volte le due zone al lato del naso fino ai lati della bocca ( parti potentissime collegata l’intestino, l’organo più aggredito in questo periodo.)
  • Fai 9 rotazione in senso orario complete intorno alla zona dell’ombelico (utilissimo per decongestionare l’espulsione delle feci e dei liquidi accumulati in eccesso nell’addome.)

Ripeto non sono un bastian contrario e non sono contro il Natale.

Il Natale deve essere festa, ma non solo per celebrare la materialità ma soprattutto la spirito interiore. Rispettando i ritmi naturali.

E, poi, sperare che la cura di se, il rispetto dei ritmi naturali, biologici e cosmici possa diventare un modello, un educazione, uno stile di vita per portare nel mondo:

  • Sostegno
  • Condivisione
  • Amore
  • Pace

>>>>Scaricati la MiniGuida GRATUITA: Più Shiatsu Men Stress  e scopri anche come per eliminare lo stress da collo e spalle accumulato per lo stile di vita scorretto di questo periodo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

“Ciò che ancora è a riposo è facile da contenere, ciò che ancora non si manifesta è facile da prevenire, ciò che è fragile è facile da rompere, ciò che è piccolo è facile da disperdere.

Affronta le cose sul nascere, metti ordine prima che si manifesti il disordine.”

Lao Tse

 >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ti è piaciuto?  Non sei d’accordo? Oppure hai un altra opinione rispetto al natale?

Fammelo sapere, scrivi un commento nello spazio qui sotto, mi fa molto piacere cosa ne pensi!

Bio Autore

Mi chiamo Luigi Barreca, sono classe ’66. Mi occupo di Shiatsu dal 96 e lo Insegno dal 2002. Spero di far scoprire anche a te tutta la meraviglia e la potenza trasformatrice dello Shiatsu!

Area Commenti

Totale: 15 Comments

15 Commenti

  1. Maria Vittoria

    Innanzitutto grazie per i semplici e pratici suggerimenti che ritengo molto utili da mettere in pratica quotidianamente, soprattutto quando ci sentiamo stressati o vogliamo ritagliare un momento per il nostro benessere ☀.
    Personalmente li ho da poco messi in pratica e ammetto che mi hanno rigenerata perché mi sento più leggera nel corpo e nella mente ?
    Riguardo al Natale, sono felice che quest’anno sono riuscita a viverlo nella pienezza del Cuore perché mi sono dedicata a quello che è essenziale per me per essere felice: semplicemente Esserci per me stessa e condividere con le persone che mi fanno stare bene?.
    Per il resto possiamo sempre scegliere e decidere fino a che punto farci condizionare dal business che c’è dietro ogni festività o evento speciale ?
    Grazie per questa riflessione e uno splendido 2019 per tutti!?☀????????

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Ciao MariaVittoria ti sono molto GRATO del tuo feedback e della tua costanza.
      Ho voluto in modo molto bonario espero non superficiale affrontare un argomento che spesso trascuriamo e facciamo passare via come le feste; come dice il proverbio“passato il santo passata la festa”.
      Ciò che dici è molto saggio e sano!
      Non bisogna essere troppo nei 2 sensi cioè o non bisognerebbe essere troppo condizionati dalle feste fino al midollo o rinnegarle troppo fino ad odiare le feste e chi le festeggia.
      Essere presenti a se stessi e al proprio spirito vitale allinenadolo con quello della stagione in corso è sempre la risposta giusta.
      Grazie di cuore!

  2. Paola

    Letto l’articolo accolgo informazioni fisiche che non conoscevo riguardo al periodo dell’ anno, ma da tempo ho percepito il consumismo di questa e tante altre feste, che però personalmente credo di vivere serenamente senza troppo lasciarmi trasportare da corse e acquisti frenetici, ma in giro si sente la continua lamentela di queste giornate dalle quali nessuno si esime ma si lamenta e questa per me è la cosa più disturbante. Negli ultimi anni ,diversi, il mio natale è divenuto più cupo a causa della perdita prima di mia madre e poi mio padre, ma questa tristezza la tramuto in tranquillità dal momento che ho piacere di festeggiare con i miei figli, nipoti e fratelli, anche se essendomi separata invece negli anni ho spesso accusato la presenza costante dell’ ex marito per amore dei figli, per dinamiche familiari così accordate. Questo ha portato anche nel vivere il Natale divisa dal compagno che nel frattempo avevo incontrato che a sua volta ha sempre condiviso le festività con la ex e i figli …. ? entrambi non abbiamo mai progettato una giornata per noi, da soli o con i nostri rispettivi figli, credo creando di fondo un malcontento neanche mai realmente espresso, ma taciuto e vissuto, credo per molti aspetti con frustazione. Ecco perché scrivo tutto ciò, perché l’articolo mi ha fatto riflettere a quante cose in questi giorni facciamo senza realmente chiederci o pur sapendo senza far nulla per cambiare quello che non sentiamo valido per noi stessi, ma ancor più quando ci lamentiamo ma senza correre ai ripari, questo credo sia ancora più frustrante. Grazie e farò gli esercizi per depurarmi ?

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Woow Paola!
      Grazie della fiducia nel condividere con grande passione un tuo spaccato di vita così forte e delicato!
      Ciò che racconti è molto vero per molte persone che soffrono in questo periodo.
      Ma poi l’autoinganno è quello di non capire come mai il dolore li aggredisce in determinati momenti dell’anno. Per tanti soprattutto in questo periodo soffrono di più e come ho scritto nell’articolo la Medicina Cinese e lo Shiatsu ci spiegano il perché da sempre. Quindi un rimedio c’è!
      Quindi le strade da prendere quando ci sono dolori profondi è continuare a soffrire senza affrontarsi, capire e fare un lavoro su di se, oppure decidere di rimanere e crogiolarsi nel dolore credendo che non esista via di uscita!
      Un antico aforisma recita la speranza è l’anticamera della felicità!
      Un caro saluto !

  3. Mario

    Ciao Luigi sicuramente sono riflessioni molto semplici e lineari e forse proprio per quello non gli dedichiamo la giusta importanza…..purtroppo si sta perdendo un po’ il vero valore del Natale…..un po’ per colpa nostra un po’ per colpa della vita che a volte non riusciamo a contenere….sicuramente il business la fa da padroni ma se cominciamo anche dalle piccole cose ad ascoltarci e preoccuparci un po’ più di noi stessi abbiamo un ottima arma per difenderci e ridare il giusto valore anche al Natale ….un abbraccio e grazie per le riflessioni che ci regali.

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Grazie Mario della condivisione e dell’apprezzamento!
      Hai colto bene nel segno!
      Ho voluto appositamente parlare in modo semplice e leggero di un argomento come questo che è molto delicato e spesso molti ne sono inconsapevoli non approfondendo il motivo di tanto chiasso e tanta bontà in un momento specifico come il natale.
      Molti più bravi di me sostengono che ciò serve per anestetizzare la consapevolezza e le coscienze.
      Allora va bene festeggiare, ci mancherebbe altro non dico di non farlo, ma di alternare anche all’introspezione e a guardarci dentro sotto un altra forma, la Medicina Cinese e lo Shiatsu ci insegnano come farlo rispettando dei cicli universali e individuali attraverso la cura dell’energia dei meridiani e quella vitale.
      Grazie a te per la partecipazione e la fiducia.

  4. Nino

    Caro Luigi,

    grazie per i tuoi preziosi consigli e in più grazie per il contenuto che fa riflettere e pensare sul valore di Natale. È vero che già da piccoli si viene integrato nel “Sistema” commerciale intorno al Natale perdento il vero senso e le emozioni “Naturali” dell’amore Natalizio verso se stessi e verso il prossimo. Da un lato l’inverno è un ottimo periodo di condividere i valori della famiglia insieme ai cari anche perché il freddo fa sì che come me preferisce stare a casa al caldo davanti ad un bel film o qualunque attività interna che rilassa e fa divertire. Da un altro lato questo periodo può essere una fase delicata associata alla depressione proprio per la mancanza di luce naturale “Sole” che carica sia anima che il corpo. Proprio qui che il sistema del “Business” lavora al massimo con le pubblicità in TV tutto il giorno dove TI DICONO di provare amore, felicità e quindi per sentirti così devi ACQUISTARE e regalare!! Altrimenti se non regali, di sentirai male,depresso e vieni giudicato.
    Abbiamo perso il senso che io personalmente ritrovo nella mia piccola Isabel di 9 Mesi che mi fa capire che anche una coccola o un sorriso fatto von il cuore può anche essere un regalo molto emozionante come anche un abbraccio. Il “Sistema” però non vuole. Sai che ti dico a questo punto, vaf… al sistema. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Oh Nino quanto è vero ciò che affermi!
      Mi piace motlo ciò che sostieni e la Medicina Cinese lo afferma da oltre 3000 anni!
      I cicli naturali vanno assolutamente rispettati. L’inverno è fatto per l’introspezione e la cura di se stessi che rappresenta anche il nucleo famigliare. L’elemento Acqua di cui parlo nell’articolo e di cui appartiene questo periodo è il momento della morte metaforica della natura non solo quella che ci circonda ma anche quella nostra che ci appartiene ed è governata dai nostri meridiani. Quindi per quanto è possibile non lasciarsi anestetizzare dal consumismo sfrenato e dall’amore forzato a tutti i costi. In primis l’amore per se stessi e per ciò che fa parte di noi!
      Poi il vaffa…, se vuoi, ci sta anche bene…ma ciò che è importante a prescindere dall’esterno e guardarsi dentro e ascoltare il propio cuore come la tua Isabel insegna!
      Ti abbraccio forte e grazie di esserci sempre!

  5. Elaine

    ??‍♀️ Caro Luigi, L’Articolo è di molta chiarezza e semplicità ma con dei messaggi molto preziosi.
    Per la prima volta non ho esagerato col cibo e non mi sono privata del riposo ma in compenso è stato necessario gestire preparativi e persone stressanti… detti vampiri energetici.
    Ahhh… che grande opportunità x rafforzarci e evolvere che la vita ci presenta.
    Sì, percepisco che lasciando andare tutto ciò che non serve più, comincio un ciclo di morte e rinascita ogni giorno. Sento veramente questo periodo di letargo.
    Uau! Quando arriverà la primavera la nuova Elaine risplenderà ?
    Eseguirò questi esercizi oltre la pratica quotidiana degli esercizi per immagini, per una vita sana dei meridiani.
    Grazie della guida.
    Felice 2019 a tutti ?

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Elaine sei un grande esempio per chi ti sta attorno e sarai un ottima Operatrice Olistica!
      E’ proprio così che si educa alla salute, piuttosto che mille parole un gesto fanNo grande, il mondo diceva qualcuno.
      Fare ciò in cui si crede è il più grande esempio di educazione e insegnamento alla salute.
      Mi fa piacere che ti sei concessa coccole e momenti per te.
      Non essere schiavi del consumismo non vuol dire per forza non dedicarsi ai piaceri del corpo o della tavola, l’esserne schiavi è il problema!
      Accorgersi di quando ne siamo dipendenti quello è il grande lavoro.
      Gli esercizi di lunga vita, lo Shiatsu e la Medicina Cinese ci aiutano a non addormentarci e a rimanere svegli
      Ottimo e abbondante!
      Grazie mia cara!

  6. Elisabetta

    Grazie Luigi x questo tuo articolo molto interessante e profondamente veritiero.Ti dico che dopo averlo letto ho pensato ma mi legge nella mente???Purtroppo da molti anni ho la responsabilita’ familiare di organizzare tutto il periodo di feste che col tempo non Amo piu’ come prima:primo xche’ non vedo lo stesso Amore da parte degli altri nello stare insieme (ma come se fosse una cosa obbligata di rootine)secondo proprio da questo anno ho cambiato atteggiamento (ho dato meno me stessa)sembrera’ bruttissimo ma molta energia l ho tenuta x me è ho vissuto il mio Natale a modo mio cominciando a dire dei no.Risultato molti sono rimasti sorpresi ma io non mi sento assolutamente in colpa…anzi.Non ti nego che comunque e’ un bel periodo di stress da vivere ma questo anno ho cercato di viverlo + a modo mio.Da quando ho cominciato il percorso nella tua scuola vedo molte cose in modo diverso ma con grande difficolta’ sto’ cercando il modo x affrontarle ,il periodo Natalizio e’ uno di questi.Buon 2019:)))

    Rispondi
  7. Paola

    Vivo il Natale con molta serenità e tranquillità, senza lasciarmi influenzare dalle corse frenetiche degli acquisti, anzi trovo piacevole fare quei pochi doni che faccio con il cuore, credo che si possa ottenere ciò organizzandoci. In questo periodo più che respirare amore e gioia si respira, molto stress, di continue lamentale e malcontenti riguardo a questa festa. Sarebbe bello interrogarsi e poi agire. Io quest’anno ho agito così.
    Trascorro le feste con miei fratelli, nipoti, cognata/i, ho piacere di stare con loro e non sento la fatica dei preparativi, mentre ho compreso, già dallo scorso anno che la presenza del mio ex marito (sempre presente da quando ci siamo separati tanti anni fa per dinamiche familiari) la soffro, così quest’anno ho parlato con i miei figli, spiegandogli e dichiarando che faremo il Natale separati dal loro papà, come avremmo dovuto fare da tempo, dandogli l’opportunità di scegliere con tranquillità con chi stare, l’ho detto anche ai miei fratelli. Insomma non è stato facile, la vigilia deve ancora arrivare per vedere questo grande cambiamento, sto vivendo giornate di ascolto molto intenso, ma sono certa che il raccolto di tutto ciò lo vedrò ancora meglio con il risveglio, nella primavera.
    Grata al percorso che sto facendo di Shiatsu che continuamente mi offre l’opportunità di contattare ed ascoltare le mie emozioni, che fanno da padrone sul nostro modo di agire. Auguri a tutti per feste serene.

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      Ehyla Paola che piacere questo tuo commento…e grazie di esserti aperta così tanto!
      Hai pienamente ragione e fai benissimo a non avallare questi luoghi comuni di essere per forza buona in questo periodo…
      Il bene lo si può fare oggi domani e dopodomani e anche un pò sempre a piccole dosi e chi ce la fa a reggerlo..e vale sempre, anche di natale, il motto che uso sempre che è quello di non farti vampirizzare da chicchessia, proteggiti e passa il Natale, seppur fosse da sola, rispettando te stessa.
      Grazie di cuore e buone feste anche a te!

  8. Marina

    Io ho preso le distanze dal mondo consumistico già da qualche anno….e solo cosi ho riscoperto la vera natura del natale….ora alla luce del mio percorso mi rendo conto che x me ogni giorno è natale se faccio riferimento all amore alla famiglia al piacere di scambiarsi abbracci calorosi….comunque si vive con stress se diventa tutto un dover fare, un dover esserci, dover andare… ho imparato a fare ciò che sento…e così è Natale, perché ogni pacchetto è incartato con il cuore, ogni pietanza cucinata con amore, ogni cibo mangiato con consapevolezza e ogni abbraccio, pensiero e ricordo rivolto a chi c è e a chi non c è più mi emoziona come da piccola davanti a babbo natale….

    Rispondi
    • Luigi Barreca

      “Ogni giorno è NATALE”…questo è uno splendido presupposto per iniziare la giornata e predisporre il percorso che vuoi nella Vita!
      Ti auguro di riempire la tua vita:

      >di gioie;
      >traguardi….e

      …PROPSERITA’….

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi altri contenuti simili